sabato 26 settembre 2015

La serata culturale di LoppianoLab su Antonio Rosmini


MONS. NUNZIO GALANTINO: SOLO UNA VISIONE UNITARIA DELLA PERSONA
PUO’ RICOMPORRE LE DIVISIONI DELL’UMANITA’
All’appuntamento culturale promosso dall’Istituto Universitario Sophia e da Città Nuova, una rilettura del pensiero del grande pensatore Rosmini di fronte alle sfide disgregazioniste della persona e dei popoli oggi.

 “Non dobbiamo arrenderci alla crisi attuale. Siamo qui per trovare delle luci, trarre ispirazione da un uomo, Antonio Rosmini, che nella sua riflessione e nel suo impegno ci fa intravedere vie di uscita”. Parte dal pensiero antropologico del grande pensatore, mons. Nunzio Galantino, segretario CEI, nel suo intervento all’appuntamento culturale di LoppianoLab promosso dall’Istituto Universitario Sophia (IUS) e da Città Nuova, ieri sera 25 settembre su “Un’idea di persona, un’idea di società, un’idea di economia. L’umanesimo di Antonio Rosmini”. “Chiudersi all’altro e negare la relazione significa negare sé stessi – continua il segretario CEI, facendo eco alle parole statunitensi di papa Francesco di questi ultimi giorni – occorre recuperare input culturali forti che aiutino l’umanità ad affrontare la crisi culturale prima ancora che umanitaria che il mondo sta vivendo”.   
Aggiunge poi che è il tempo attuale con i suoi muri, le sue contraddizioni e le sue molte domande esistenziali sul senso e il destino dell’uomo a richiedere una visione unitaria e completa della persona non governata solo dalle scienze, ma fatta anche di spirito, relazione, prossimità.    
Sul palco dell’auditorium di Loppiano ci sono anche il giornalista della Radio Vaticana Pietro Cocco che modera la serata, il preside dello IUS, il teologo Piero Coda, lo storico Paolo Pombeni e l’economista Vittorio Pelligra.
La presenza dei dottorandi dello IUS Lorena Catuogno ed Emanuele Pili conferma che gli studenti hanno raccolto l’invito ad un nuovo esercizio del pensare.
“Avvertiamo una profonda sintonia tra il pensiero rosminiano e il progetto educativo dello IUS – spiega Piero Coda – dove puntiamo a formare giovani di tutto il mondo ad una cultura che mette in rapporto i saperi tra loro, frutto della relazione tra  studio e  vita, tra docenti e studenti”.
Alla domanda sul ruolo dei cattolici in politica e nel sociale, lo storico Pombeni afferma che oggi non si tratta di ri-immaginare il partito unico dei cattolici, ma essi sono chiamati a immergersi nel proprio tempo e capirlo con umiltà e senza pregiudizi. A ciò si aggiunge la riflessione dell’economista Pelligra che recupera da Rosmini la centralità della dimensione relazionale anche in economia. Sostiene che una visione egoistica e chiusa dell’atto economico condiziona pesantemente anche le scelte politiche e di organizzazione aziendale, fondate su relazioni malate.
Emerge in Rosmini la figura di un pensatore, ancora poco conosciuto, che può rappresentare anche oggi un punto di riferimento nello scenario culturale e sociale attraversato dalla crisi.

LoppianoLab continua oggi, sabato 26 settembre, con i Laboratori di Città Nuova (10.00-13.00) su:

ü  Dialogo con i musulmani. Utopia o realtà al tempo dell’ISIS e del terrorismo?
In dialogo con Michele Zanzucchi, giornalista, Mustafa Baztami, segretario della Comunità Islamica Abruzzese, l’avvocato Flavia Cerino, Cenap Aydin, direttore dell’Istituto Tevere di Roma e Massimo Toschi, Consigliere del Presidente della Regione Toscana. Con la presentazione di varie iniziative di dialogo sul territorio.


ü  Alleanza uomo-donna (e bambino). Tra separazioni, monogenitorialità, uteri in affitto e bambini invisibili.
In dialogo con Domenico Bellantoni, psicologo, Patrizia Bertoncello, insegnante di Scuola Primaria, esperta di didattica interculturale, Paolo Gentili, direttore Ufficio pastorale familiare CEI, Daniela Notarfonso, medico esperto in bioetica e direttore del consultorio familiare della Diocesi di Albano.

ü  L’impegno per la giustizia sociale nelle nostre periferie esistenziali.
In dialogo con Riccardo Bosi, pediatra Asl a Roma per minori rom e migranti e socio della SIMM (Società Italiana Medicina Migrazioni), Franco Sciuto, neuropsichiatra infantile garante dell’infanzia presso il Comune di Siracusa, Arianna Saulini, Save The Children; Gennaro Iorio, sociologo, Università di Salerno; Simone Siliani, Cantiere Novo Modo, Firenze e Fondazione Culturale Banca Etica; Don Giuseppe Gambardella e Maurizio Landini segretario nazionale Fiom Cgil. Fondo solidarietà lavoratori Pomigliano d’Arco. Coordinano Carlo Cefaloni e Luca Gentile (Città Nuova)

Nel pomeriggio, dalle 15.30 alle 17.45, il convegno centrale di LoppianoLab:
 “Oltre la paura. Cultura del dialogo, cittadinanza attiva, economia civile”.
Cittadini, imprenditori e lavoratori, giovani e adulti, artisti si confrontano sulle grandi sfide del Paese.

In dialogo con:
·         Luigi Bobba, sottosegretario Ministero Lavoro e Politiche sociali
·         Luigino Bruni, economista
·         Pasquale Ferrara, segretario generale Istituto Universitario Europeo di Firenze
·         Lucia Fronza Crepaz, coordinatrice progetti Scuola di Preparazione Sociale - Trento
·         Mauro Magatti, sociologo, Università Cattolica di Milano
·         Vincenzo Morgante, direttore del TgR, testata giornalistica regionale RAI
·         Carlo Petrini, presidente Slow Food
·         Michele Zanzucchi, direttore Città Nuova

_____________________________________________
Elena Cardinali – mob: 347/4554043 – ufficiostampa@cittanuova.it

Stefania Tanesini – mob: 338/5658244 – sif@loppiano.itBlog: http://www.loppianolab.blogspot.itFacebook: www.facebook.com/loppianolab - Twitter: @LoppianoLab 

1 commento:

  1. NON IGNORARE, PRENDERE IL TEMPO DI LEGERE QUESTA TESTIMONIANZA
    Il mio nome è signora VETA BORDEIANU ho 40 anni sono una madre di una figlia di 3 anni. mese fa mia figlia soffriva di cancro al cervello. Ho avuto 20000€ per garantire il suo recupero così mi metto alla ricerca di prestito. Ma purtroppo per me io stavo frodare di essere creditore senza scelta che ho perseverato nella mia ricerca per fortuna che il mio coraggio mi ha messo sulla persona giusta Karen GARCIA PINTO di signora che mi ha dato un prestito di 20000€ in 72 ore solo tramite bonifico bancario, che ha permesso la guarigione di mia figlia e l'apertura della mia piccola impresa. Questa prova è per te che sono stanchi di essere rifiutati dalle banche. Avete abbastanza sai dove mettere la testa che segue i vostri problemi finanziari. Avete bisogno urgente, veloce, affidabile e legittimo di un singolo indirizzo di finanziamento per essere soddisfare. Indirizzo email:.
    pinto.karen01@gmail.com

    RispondiElimina